ENERGIA E TERRITORIO

ITALIA NOSTRA PROMUOVE UNA SERIA POLITICA ENERGETICA BASATA SUL RISPARMIO. CONTRARIA AL NUCLEARE, ITALIA NOSTRA RITIENE CHE LE RINNOVABILI SIANO UTILI MA NON DEBBANO DEVASTARE IL PAESAGGIO. Per saperne di più clicca qui.

venerdì 26 febbraio 2016

(ITALIA NOSTRA) TERNI A PERUGIA DICE NO A DISSONANZE SUI RIFIUTI: CONTRASTO ASSOLUTO ALL'INCENERIMENTO



Appaiono inconcepibili e controproducenti le parole utilizzate in un comunicato -non firmato- diffuso in queste ore a nome di Italia Nostra Perugia, suppostamente favorevole all'incenerimento.
Si stenta a credere nei contenuti dello scritto, visto che le posizioni nazionali, regionali e, ovviamente, locali dell'Associazione hanno visto -e vedono tuttora- Italia Nostra in prima linea in direzione fermamente opposta.
Perugia è da anni parte del Coordinamento regionale 'Rifiuti Zero', teso a contrastare l'incenerimento senza se e senza ma. E soprattutto dimenticano le gravi ricadute sanitarie della combustione, un'autentica aggressione alla vita umana, oltre al dispendio economico dovuto ai famigerati e lucrosi incentivi, con un ignobile spreco energetico e un esteso danno ambientale ben dimostrato non solo dalle annose vicende di Terni.
Viene da chiedersi chi rappresentino dunque gli autori dello scritto, oltre se stessi.
Di certo non i cittadini e nemmeno i soci di Italia Nostra: costoro sono uniti nell'impaziente attesa di una politica davvero risanata, autenticamente volta a realizzare quell'economia circolare che significherebbe la fine di ecomafie presenti pure in Umbria, oggetto di dettagliate cronache anche di stampo giudiziario, con rinnovate quanto tardive attenzioni da parte del Parlamento, della Regione e delle nostre Prefetture.

Avv. Marco Sansoni - Italia Nostra Terni

1 commento:

Sophia Carlot ha detto...

Ciao a te

Avete bisogno di credito tra gli individui, di credito al settore immobiliare, credito Automotive, gli investimenti di credito scolastico di credito
per far fronte alle attuali difficoltà finanziarie per risolvere l'impasse che ha causato le banche dal rifiuto dei file di credito?
Non esitare un attimo si prega di contattare se siete interessati crediti di € 5.000 a € 550.000 a un tasso annuo basso.
Non persone serie astenersi.
E-mail: sophiacarlot2@gmail.com
Grazie per il contatto veloce.

Condividi su facebook